Top News

Buona e oggi anche ecologica. Ecco l’Ichnusa Green

Da oggi, quando volete dissetarvi o godervi una buona birra, potrete anche salvaguardare l’ambiente, lavorare per il riciclo e, insomma, sentirvi in pace con voi stessi e con il mondo. Lo potete fare chiedendo la Birra Ichnusa ecologica, quella con un tappo verde ambientalista. Una mossa che era stata programmata già lo scorso anno, analizzata e progettata per tutta l’estate, messa in atto in autunno e inverno e adesso pronta a invadere spiagge, bar, locali e ristoranti. È la nuova linea green del Birrificio di Assemini, che dobbiamo ricordare essere di proprietà della Heineken, che riporta in auge il “Vuoto a buon rendere”, una campagna di sensibilizzazione che ha come protagonista la bottiglia della birra sarda. L’idea è semplice: permettere a gestori di bar, pizzerie e ristoranti di riconsegnare il vetro una volta utilizzato. Come facevano le nostre famiglie negli anni 60 soprattutto per l’acqua o per il vino. Un’usanza che poi, piano piano, si è persa. Un processo che permette di salvaguardare il materiale preferito dagli italiani, per quanto riguarda il settore alimentare. Lo dicono i numeri: il 31.7% della popolazione, infatti, preferisce la birra in vetro a quella in lattina o in plastica, con una percentuale che sale al 40.9% se si parla di vino. Il vetro infatti è garanzia di qualità e di rispetto delle norme igieniche. Lo ricorda anche Massimiliano Valerii, direttore generale del Censis, che ha curato la ricerca: “La potenza del valore sociale del vetro risiede nella capacità di dare risposte efficienti, funzionali e credibili al crescente bisogno di sicurezza, soprattutto alimentare. Assume in sé valori fondamentali nell’immaginario collettivo degli italiani e ha un impatto concreto negli stili, nei comportamenti, nei consumi”.
READ  Viaggi: 5 mete da sogno per ogni tasca
Nel nostro paese oltre il 70% dei contenitori di vetro viene riciclato, rendendolo il materiale più riutilizzabile di tutti. “Però possiamo migliorare – ammonisce il direttore di Assovetro, Ezio Borreanisoprattutto al Sud e ispirandoci alla Germania, dove riescono a fare una raccolta differenziata per colore che consente di risparmiare energia nei processi di lavorazione A tutto questo risponde la Birra Ichnusa, che avrà pure 100 anni di attività (festeggiati nel 2012) ma continua ad essere bella, buona e soprattutto ricca di idee per rispettare l’ambiente e favorire il riciclo. L’azienda afferma di poter riutilizzare la propria bottiglia per oltre 20 anni e secondo una ricerca Doxa, realizzata su 400 abitanti della Sardegna, il 98% degli intervistati giudica in maniera positiva l’iniziativa e il 93.5% pensa di supportarla, chiedendo al bar o al ristorante di fiducia l’Ichnusa dal tappo verde.

Categorie
Top News

Lascia un commento

*

*