Manifatture e arredi: il boom italiano
Manifatture e arredi: il boom italiano
Economy

Export manifatture e arredi: i numeri di due settori in crescita del nostro Paese

Il mercato italiano delle manifatture e degli arredi ha subito un'impennata nell'ultimo anno: ecco tutti i dfati dei settori

Dal 26 gennaio a Fiera Milano apre HOMI, manifestazione specializzata sula casa e l’arredo italiani. In questo contesto si potranno tirare le somme di un settore in grande crescita come evidenzia il report stilato dalla Camera di Commercio e dall’Agenzia

Export casa e arredo: i numeri della crescita

Nel settore casa-arredo l’export italiano ha fatto boom. Nei primi nove mesi del 2017, c’è da registrare un fatturato di 32 miliardi di euro, con una crescita del 5% rispetto allo stesso periodo del 2016. In particolare, i nostri prodotti sono aprezzati in Francia (14,3% dell’export complessivo), Germania (13,2%) e Stati Uniti (8,8%). Europa e America, però, sono solo la punta dell’Iceberg. Nell’ultimo anno siamo andfati anche alla conquista del mercato asiatico e, in parricolar modo, della Cina. Con il “Dragone Rosso” vi è stato un incremento dei rapporti commerciali del +36.9%. Numeri strabilianti che dimostrano la bontà del nostro artigianato. Anche con Honk Kong (+18.9%) si stanno tessendo relazioni proficue.

I mobili e gli arredi domestici

L’export italiano va forte anche nel campo dei mobili e degli arredi domestici. I primi hanno fatto segnare un incremento del +2.9% con un fatturato di 7 miliardi. Il secondo fattura 1.1 miliardi e, nel 2017 ha subito un +1.3%. Da notare che in entrambi i settori è la Francia il partner commerciale principale (16,1% per i mobili e 11.1% per gli arredi domestici. L’export di questi materiali guarda anche ad Oriente dato che tra i primi 20 partner commerciali troviamo Arabia Saudita (mobili) e Qatar (arredi domestici).

Porcerllane e gioielleria

Tra i prodotti i cui la nostra industria sta subendo un’impennata ci somo quelli relativi alle porcellane e alla lavorazione dei gioielli. Nel primo settore il fatturato dei primi mesi del 2017 è stato di 393 milioni, con un incremento positivo del 6,3%. In questo caso il principale partner commerciale è la Germania. Il 12.6% dei prodotti finisce nel Paese teutonico. Stupisce parecchio l’incremento dei rappoti con la Cina (+48,3%).
Ancora migliore è ‘incremento dell’export di gioielli. Nel 2017 ha fatturato 5.2 miliardi con un +13.3%. In questo caso è la Svizzera il miglior partner commerciale con un giro di affari del 19.7%. Riguardo ai partner emergenti, incuriosisce l’exploi del Libano: + 55%.

READ  Il sorpasso: Las Vegas "battuta al gioco" da Macao

 

Categorie
Economy

Lascia un commento

*

*